Zoologia

[ Attività ]

Millepiedi, insetti & Co.

Una giornata dedicata, nei giardini zoologici e acquari di tutta Italia, al poco conosciuto mondo degli invertebrati (non solo insetti), che sono qui da molto prima di noi e forse ci saranno anche dopo. Noi, che proprio di invertebrati siamo specialisti e appassionati, ci andiamo a nozze!
[ Blog ]

Spazzatura mimetica

Un sistema per passare inosservati è appiccicarsi addosso la spazzatura. Il bruco di farfalla psichide, ad esempio, si costruisce un astuccio di seta al quale si attacca un po’ di tutto: legnetti, foglie, sassolini. La piccola larva, protetta al suo interno, si porta in giro questi rifiuti come fossero una conchiglia, risultando così quasi invisibile o comunque poco appetitosa.
[ Blog ]

Gli occhi genitali

Alcune farfalle, come la Papilio xuthus della foto, possiedono dei fotorecettori localizzati nell’area genitale. Si tratta di strutture molto semplici, sensibili alla luce, ma che non sono in grado di percepire forme e dettagli. Sono presenti in entrambi i sessi e sembra che i maschi li utilizzino per posizionare in maniera adeguata le strutture genitali durante l’accoppiamento, mentre le femmine li usano durante la deposizione delle uova.
[ Blog ]

Ladri di calore

I serpenti giarrettiera del Nord America (Thamnophis spp.), in primavera escono dai rifugi invernali alla ricerca del sole per scaldare i muscoli e muoversi alla ricerca di un partner. Qualche maschio produce lo stesso odore delle femmine, così da attirare altri maschi, già riscaldati dal sole, e “rubare” loro un po’ di calore. Questi, convinti si tratti di una femmina, lo ricoprono cercando di accoppiarsi e, involontariamente, gli passano il loro calore, rendendo il maschio imbroglione in grado di muoversi.
[ Blog ]

Un animale bruttino ma pieno di personalità

Tra documentari, libri e manifestazioni WWF, ai nostri tempi tutti si sentono degli esperti di animali. Perciò quando devo giustificare gli anni passati all’Università a studiare le Scienze Naturali spesso sfoggio le mie conoscenze sull’eterocefalo glabro (Heterocephalus glaber, Ruppel, 1842) detto anche ratto talpa nudo, una specie di mammifero più unica che rara.