Animali in pillole

[ Blog ]

In alto si cambia colore!

I bruchi della saturnia minore (Saturnia pavoniella), possono sviluppare una colorazione più o meno scura a seconda dell’altitudine. Gli esemplari che crescono in pianura appaiono di un verde mimetico, mentre quelli di montagna sono più neri. Probabilmente la colorazione è un adattamento al clima più rigido, dal momento che i colori scuri assorbono maggiormente il calore del sole permettendo così di mantenere la temperatura corporea sufficientemente elevata anche in ambienti freddi come quelli montani.
[ Blog ]

Uccello al mandarino

L’alca crestata (Aethia cristatella) dell’Alaska ha delle piume profumate sul collo che emanano un odore simile a quello degli agrumi. Durante la stagione degli amori, maschi e femmine si annusano reciprocamente, probabilmente perchè questo profumo rivela le qualità dell’eventuale partner: più l'uccello è profumato più è sano. Questo modo di comunicazione tramite odori è molto insolito negli uccelli poiché, possedendo un pessimo olfatto, solitamente trasmettono informazioni con suoni e segnali visivi.
[ Blog ]

Costole perforanti

Il tritone iberico (Pleurodeles walti) è un anfibio famoso per le numerose missioni spaziali e gli studi sull’effetto della gravità alle quali ha partecipato. È anche noto per il suo insolito comportamento difensivo: se afferrato, fa fuoriuscire dai lati del corpo le costole appuntite che, grazie anche alle sostanze velenose prodotte dalla pelle, diventano efficaci armi da difesa.
[ Blog ]

Occhio che ti guardo

I camaleonti sono dotati di occhi molto particolari, in grado di muoversi indipendentemente l’uno dall’altro, riuscendo così a osservare due cose diverse nello stesso momento. In realtà sembra che il loro cervello non sia in grado di “guardare” con tutti e due gli occhi contemporaneamente, bensì alterna continuamente la visione facendo funzionare un occhio alla volta, per la durata di circa un secondo
[ Blog ]

Lingua a pennello

Il lorichetto arcobaleno (Trichoglossus haematodus) è un bellissimo pappagallo australiano che si nutre anche di polline e nettare. Come adattamento a questa peculiare dieta ha evoluto una lingua molto particolare, dotata all'estremità di una struttura simile ad una sorta di pennello che consente di estrarre il polline e il nettare dai fiori.