I ragni ballerini vi conquisteranno!

autore Andrea Caboni
data 1 Giugno 2016

Tra i tanti animali che la selezione naturale ha creato, i ragni sono sicuramente tra i meno apprezzati da noi scimmie nude. Quasi tutti sono velenosi, alcuni producono tossine pericolose anche per l’uomo, molti sono pelosi e generalmente sono “brutti” e poco empatici per i nostri parametri (ma chissà poi se noi piacciamo ai ragni?!?).

ragno pavone

Le foto di questo articolo sono di Jurgen Otto.

Per tutte queste ragioni, gli aracnidi risultano tra gli animali meno affascinanti, ed è difficile parlarne al pubblico non specializzato.

Immaginate però se esistessero dei ragni coloratissimi, con grandi occhi rotondi e magari in grado di fare ridicoli balletti e di cacciare come dei gatti. Beh, in questo caso il discorso cambia totalmente: ecco a voi il ragno in versione Disney! (gli animali Disney, si sa, piacciono per definizione!!!).

Ecco allora che, come sempre, la natura sia diversi passi avanti a noi poveri studiosi dei suoi misteri, e questi ragni disneyani li abbia già pensati e realizzati: belli, coloratissimi, dal comportamento complesso e … ballerini!!! I ragni in questione vivono in Australia e sono chiamati comunemente ragni pavone (genere Maratus). Se ne conoscono una cinquantina di specie, 7 delle quali appena scoperte, e sono parenti stretti dei poco conosciuti ragni salticidi nostrani (famiglia Salticidae).

La maggior parte delle specie di ragni pavone sono di piccolissime dimensioni (spesso pochi millimetri), ma sono dotati di enorme “personalità”. Oltre all’abito sgargiante che li contraddistingue, i maschi di questi minuti aracnidi devono essere dei ballerini provetti, per conquistare le femmine. Il rituale di corteggiamento dei ragni pavone è infatti molto complesso e consiste in una vera e propria danza, durante la quale il maschio si mostra alla femmina avvicinandosi poco per volta; molto curioso, durante questa attività, è l’utilizzo della terza coppia di zampe, che vengono erette e utilizzate come dei vessilli durante la danza. Il rituale serve probabilmente a ridurre l’aggressività della femmina e ad eccitarla sessualmente. Nel caso in cui la femmina apprezzi l’esibizione del maschio, consente a quest’ultimo di avvicinarsi fino a toccarla; lo stesso contatto avviene in maniera ritualizzata, con il maschio che poggia prima le zampe anteriori e poi i suoi pedipalpi (le appendici sensoriali che nei maschi di ragno hanno funzione di organo riproduttivo) sul capo della femmina, con estrema delicatezza; se la femmina accetta questo primo contatto, in breve tempo il maschio potrà arrivare a sovrapporla quasi interamente e fecondarla.

Le particolarità dei ragni pavone, tuttavia, non finiscono qui: gli studiosi hanno infatti documentato come questi piccolissimi animali siano dei cacciatori abilissimi, in grado di attuare delle vere e proprie strategie di caccia complesse. Sembra infatti che prima di iniziare una caccia i ragni pavone studino l’ambiente e la preda al fine di decidere la migliore strategia per tendere l’agguato; fatto che denota una notevole plasticità comportamentale e una buona propensione all’apprendimento.

Pertanto pensiamo che i maschi di ragni pavone, belli, abili ballerini e romantici corteggiatori, incarnino più o meno il sogno proibito di tutte le donne di scimmia nuda (anche di quelle aracnofobiche).

Per chi volesse saperne di più consigliamo: